loader image
Montecarlo Excellence Rocco Barocco

Rocco Barocco Stile senza confini

“Ho avuto mentori che mi hanno instradato ma era giunto il momento di percorrere la mia strada, di diventare artefice del mio brand."

 

Rocco Barocco, lo stilista italiano,

è nato a Napoli ma trascorre l'infanzia e l'adolescenza sull’isola d’Ischia; si diploma capitano di lungo corso all'Istituto Nautico di Procida. Da adolescente lavorava in un piccolo negozietto mentre portava avanti gli studi, un giorno una turista francese entrò a comprare e riconobbe il talento del giovane. Fu lei a parlarne a Patrick de Barentzen e Giles, e Rocco Barocco, ancora minorenne si trasferisce a Roma per uno stage, iniziando a lavorare nell'atelier di Patrick de Barentzen e Giles. Nel 1964 dà vita con Giles a un sodalizio destinato a durare dieci anni. 

Nel 1974 apre il suo studio a Roma, in piazza di Spagna.

Dice lo Stilista:

“Ho avuto mentori che mi hanno instradato ma era giunto il momento di percorrere la mia strada, di diventare artefice del mio brand. La notorietà ed il successo sono arrivati dolcemente, è stato un passaggio del quale non mi sono neanche reso conto. La mia celebrità è cresciuta di anno in anno, sono stati tempi indimenticabili e unici. Il mio Atelier in Piazza di Spagna era un laboratorio di idee e innovazioni, frequentato dal jet set internazionale. A Cinecittà si giravano film italiani e produzioni americane, così ho avuto l’opportunità di vestire tante bellissime star e attrici. Ricordo con immenso piacere Liza Minnelli, Anna Magnani, Ute Lemper, Jacqueline Bisset, Elsa Martinelli, Mariangela Melato, Claudia Cardinale, Virna Lisi, Anita Ekberg e tante altre splendide muse che venivano per le mie creazioni charmant e fuori dagli schemi.

Alla fine degli anni settanta, affiancando l’alta moda, diedi anche vita alla mia prima collezione di prèt a porter femminile, oltre agli accessori”.

Rocco Barocco è noto per le sue creazioni sexy e fra i riconoscimenti ottenuti figurano la "Maschera d'argento" per l'alta moda nel 1967, il premio "Singer" a New York come giovane stilista e quello di Pittsburgh nel 1973. Presenta ogni anno le sue collezioni di prêt-à-porter uomo/donna a Milano durante la settimana della moda

Il brand, che ha costruito negli anni un progetto stilistico senza confini e che ha raggiunto ogni angolo del mondo, vivendo la moda nei suoi anni più belli, ambisce a creare un nuovo e moderno re-branding forte di collaborazioni mirate con i migliori partner produttivi e commerciali presenti sul territorio nazionale

È una crescita senza sosta, quella del brand appartenente allo stilista icona del Made in Italy, che ha inventato la moda, quella autentica, disegnando capi e oggetti che hanno valorizzato la bellezza femminile in ogni sua forma, vestendo, dagli anni Settanta ad oggi, molte tra donne più belle e famose al mondo.

L’alta moda resta la sua grande passione, la casa d’appartenenza, la vocazione che dopo averlo consegnato allo scenario internazionale, oggi che il marchio si è industrializzato in oltre 10 licenze tra casual, intimo, borse, calzature, profumi, orologi, kids e home design, gli conferisce l’autorità per stabilire che l’approccio debba restare invariato: ricerca e rigore

Condividi
Scroll to top
Open chat