TUTTI UTENTI! LA MISSIONE PRISMA APRE AL PIENO UTILIZZO PER LA COMUNITÀ

Il satellite dell’Agenzia Spaziale Italiana è dotato di un innovativo sensore iperspettrale in grado di monitorare la Terra e affermarsi come un supporto fondamentale per la gestione delle risorse naturali e delle emergenze.

Roma 20 Maggio 2020 – Tutto pronto per avviare lo sfruttamento dei dati della missione PRISMA dell’Agenzia Spaziale Italiana da parte della comunità utente. Completate con successo tutte le fasi di messa in orbita, verifiche del corretto funzionamento del satellite in volo, calibrazione del sensore, test delle procedure operative e dei sistemi di terra che consentono di mantenere il sistema in condizioni di funzionamento operativo nominale, il sistema PRISMA verrà aperto, a partire da giovedì 21 Maggio 2020 alle ore 15:00, alla comunità scientifica, istituzionale, industriale, italiana e straniera.

Attraverso il portale https://prisma.asi.it, con una semplice operazione di registrazione si potrà entrare a far parte della comunità degli utenti di PRISMA. L’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ha deciso di adottare una politica di accesso ai dati con bassissime restrizioni: saranno forniti gratuitamente e a chiunque, tutti possono registrarsi come utenti!

Le uniche eccezioni riguarderanno il divieto di redistribuzione dei prodotti a terze parti e di utilizzo dei prodotti a fini commerciali. Questo perché la missione nasce come un dimostratore scientifico preoperativo.

Tali limitazioni saranno in ogni caso valutate criticamente da ASI e riviste al termine di un periodo di sperimentazione, dedicato sia ad acquisire informazioni statistiche sull’uso della missione da parte della comunità (ovviamente nel pieno rispetto della protezione dei dati personali) sia ad ottenere un feedback dagli utenti e dalle organizzazioni che si saranno rapportate con la missione “hands-on”.

Per accedere alle 27000 riprese già oggi disponibili nell’archivio di PRISMA o richiedere nuove acquisizioni iperspettrali della superfice terrestre è sufficiente collegarsi al sito di registrazione indicato sul portale https://prisma.asi.it, scaricare il documento di Termini e Condizioni che regolano l’uso dei prodotti, inserire nelle pagine finali di tale documento i dati anagrafici propri o del gruppo che si rappresenta, compilando con attenzione quanto richiesto (le specifiche istruzioni sono riportate a pagina 12-13 della licenza) ed inviare il documento (mantenendolo in forma digitale senza scandirlo).

Non servono firme: tale invio costituisce la formale accettazione della licenza di uso dei prodotti di PRISMA e quindi abilita a ricevere le credenziali di accesso al sistema. PRISMA è una piccola missione e la gestione delle richieste di registrazione sarà attiva solo nelle normali ore lavorative del fuso orario italiano, ma faremo comunque del nostro meglio per minimizzare le attese.

Il satellite PRISMA, di proprietà dell’ASI e realizzato da una RTI guidata da OHB Italia e Leonardo, è il primo sistema di osservazione della Terra europeo dotato di un sensore ottico iperspettrale innovativo, in grado di effettuare dallo Spazio un’analisi chimico-fisica delle aree sotto osservazione. I primi entusiasmanti risultati della missione confermano le capacità del sistema spaziale italiano, che ha acquisito un know how molto importante, ora a disposizione delle future missioni iperspettrali in Europa e nel mondo.

Per maggiori info:

Ufficio Stampa Giuseppina Piccirilli
Agenzia Spaziale Italiana
+39 06 8567 431- 887 –

+39 3358157224
stampa@asi.it

WE ARE ALL USERS! THE PRISMA MISSION OPENS TO THE COMMUNITY

The Italian Space Agency satellite is equipped with an innovative hyperspectral sensor capable of monitoring the Earth playing a fundamental role in support of the management of natural resources and emergencies

 

Rome May 20th, 2020 – Now that the commissioning phase and the calibration/validation activities have been completed PRISMA is finally ready to open the mission exploitation by the user community.

Starting from Thursday May 21th, 2020 at 15:00, the website https://prisma.asi.it will open to the national and international scientific, institutional and industrial community. Everyone – with a simple registration  – can become part of the PRISMA user’s community.

The Italian Space Agency (ASI) has adopted a free data access policy with only few restrictions: data will be provided free of charge and to everyone; everybody can register as a user!

The only restrictions are related to the prohibition to redistribute the products to third parties and to use  the products for commercial purposes as the mission has been developed as a preoperative scientific demonstrator.

These restrictions will be critically assessed by ASI and reviewed at the end of a trial period dedicated both to collect statistical data on the use of the mission  by the community (obviously in full compliance with the protection of personal data) and to gain a feedback from the users and the organizations hands-on experience.

To have access to the 27,000 images already available in the PRISMA archive today or to request new hyperspectral acquisitions of the Earth surface, it’s enough to connect to the registration link reported on the website, download the Terms and Conditions document, that contains the rules for the use of the products, enter the applicant personal data in the final page of this document, carefully filling the information requested (specific instructions are provided on page 12-13 of the license) and send the document (only in digital without any document scan).

No signatures are requested:  with the upload of the License file the user formally accepts the Terms and Conditions for the use of PRISMA products and will therefore receive the access credentials. PRISMA is a small mission and the management of the registration requests will be available only during  normal working hours of the Italian time zone however we will do our best to minimize delays.

The PRISMA satellite, owned by ASI and built by a temporary grouping of enterprises led by OHB Italy and Leonardo, is the first European Earth observation system equipped with an innovative hyperspectral optical sensor, enabling chemical-physical analysis of the Earth from space. The first exciting results of the mission confirm the capabilities of the Italian space technology, that has developed a very important know-how in this sector available for future hyperspectral missions in Europe and in the world.

 

More  info:

Press office – Giuseppina Piccirilli
Agenzia Spaziale Italiana
+39 06 8567 431- 887 –
+39 3358157224
stampa@asi.it